Tour de force finale con l’intermezzo derby, domenica la Soccer Montalto di Mister Pignataro sarà di scena allo Stadio “P.Pellegrino” di Montalto Centro. Riscattare la sconfitta subita tra le mura amiche nel girone d’andata e proseguire il percorso in campionato, questi gli obiettivi dei lupi rossoblù. Consci di questi punti i tre perni montaltesi doc della compagine del presidente De Rose: Luigi Merli, Gianmarco Costabile e Renato Prete, i primi due ex dei biancoblu mentre bomber Prete non ha mai vestito la maglia del Montalto nei tanti anni di carriera.

Domenica la Soccer affronterà il Real in trasferta, nel derby tra le due formazioni montaltesi, bisogna riscattare la sconfitta del girone d’andata e per voi sarà una sfida particolare da montaltesi doc ed anche per aver vestito la casacca biancoblu, a due giorni dal match quali sono le vostre sensazioni?

Merli: “Domenica sarà un mix di emozioni. È la prima volta che entro in quello stadio da avversario, io che sono nato e cresciuto a pochi “passi” dal “P.Pellegrino”, dove ancora abita la mia famiglia. Inoltre ho indossato la maglia e la fascia da capitano della nostra antagonista di domenica. Sarà una bella emozione in poche parole.

Le sensazioni della partita sono sempre le stesse per noi, andiamo in campo (come ogni domenica), cercando di portare a casa il massimo, sapendo di affrontare una signora squadra. Ma con la consapevolezza che siamo in grado di giocarcela con tutti”.

Costabile: “Sensazione particolare ed emozionante, tra l’altro sarà una sfida particolare con un amico in particolare, Vito Zangaro con il quale ho condiviso molte cose. Inoltre c’è un pezzo d’infanzia e di cuore che porto e porterò sempre con me. Spero che ci sia tanta gente a sostenerci, io penserò a giocare con le gambe ma soprattutto con testa e cuore”.

Prete: “Siamo abbastanza tranquilli e consapevoli della forza dei nostri avversari, stiamo curando tutti i dettagli al meglio in allenamento senza lasciare nulla al caso. Anche se fuoricasa domenica sarà come giocare in casa da montaltese e sarà molto emozionante”.

Come giudicate nel complesso questo campionato di prima categoria stagione 2021/2022?

Merli: “Il campionato di prima categoria in questa stagione vede 4/5 squadre (a livello di organico) pronte per la promozione. Quindi tutto sommato un buon livello, anche se a volte diversi match terminano con risultati “rotondi”.

Costabile: “Ad esser sincero è un campionato particolare, rispetto agli altri anni è molto piú livellato in testa con un grosso divario verso la coda. Io personalmente mi sto trovando bene e poi comunque si sa ogni partita ha una storia a sé”.

Prete: “Come in tutti i campionati ci sono squadre più attrezzate e squadre meno! Nel complesso questo campionato è pieno di sorprese e lo stiamo vedendo domenica dopo domenica”.

Gruppo unito e coeso la Soccer Montalto in questa stagione ha espresso al meglio le proprie qualita, qual é l’ingrediente segreto di questa compattezza anche nei momenti difficili?

Merli: “Il nostro gruppo è davvero qualcosa di unico e inimitabile, ci divertiamo, ci piace passare del tempo insieme, anche al di lá del “campo”. Non ci siamo mai disuniti, anche nei momenti “bui”, abbiamo sempre trovato le motivazioni, per continuare il nostro percorso, tutto questo solo grazie al nostro gruppo, che ci tengo a precisare non è solo noi calciatori, ma tutto l’ambiente, davvero un’isola felcie, difficile trovare una realtà simile in Calabria”.

Costabile: “Siamo consapevoli della nostra forza e di questo gruppo unito, questo è il vero segreto. Pensiamo partita dopo partita e sempre con i piedi per terra. Per me giocare con calciatori di grosso calibro nella mia squadra, siamo una famiglia non una squadra, non solo noi calciatori, anche tutto lo staff e la dirigenza”.

Prete: “Quello che contraddistingue la Soccer Montalto è sicuramente il gruppo. Un gruppo composto più che altro da amici che vanno molto d’accordo. Si è creata un’alchimia strepitosa, lavoriamo duro ma allo stesso tempo riusciamo anche a divertirti. Questo è il vero segreto”.

Ritornando al derby, domenica ci sarà un assenza importante, ovvero quella di Capitan Bartucci reduce da un grave infortunio, quanto pesa questa assenza?

Merli: “Un’ assenza difficile da sopperire, sia per il campo, che per lo spogliatoio. Il vero problema e che non mancherà solo domenica, ma per il resto delle partite.

Ci tenevo tantissimo ad entrare in quello stadio con il nostro capitano, perché è da tempo che non lo facciamo con la stessa casacca. Ma faremo di tutto per regalargli una gioia, e dobbiamo mettere in campo qualcosa in più, anche per lui che non lo può fare. Con la certezza che lui sarà con noi, anche se non con le sue “bombe”, ma con il suo cuore”.

Costabile: “Mancherà tantissimo il nostro capitano, nelle ultime partite sto vestendo con orgoglio quella fascia che appartiene a lui. L’assenza di Andrea (Bartucci) peserà come un macigno ma giocheremo anche per lui, anzi lui stesso sarà con noi in campo”.

Prete: “Andrea è stato sempre il perno della squadra, il simbolo di questa Soccer!

La sua assenza è pesata e peserà sull’andamento delle prossime partite, giocheremo anche per lui affinché possa essere orgoglioso dei suoi compagni che nonostante la sua assenza hanno cercato di dare il massimo”.

Ufficio Stampa Asd Soccer Montalto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.