In questa nuova stagione tra le fila della Soccer Montalto spicca un nome importante, ovvero quello di Renato Prete. Calciatore di tutto rispetto che non ha bisogno di grosse presentazioni, proprio perché è il rettangolo verde che spesso e volentieri parla di lui. L’esterno montaltese doc con proiezione offensiva arrivato dal Villaggio Europa (Promozione Gir.A) gioca sulla velocità, sul fisico e sulla potenza. Dotato di un’ottima tecnica di base, con una specialità in particolare, il gol.

Come è iniziata e come sta proseguendo questa nuova avventura con la Soccer Montalto?
<<È iniziata molto bene e sta continuando alla grande, il gruppo è unito e compatto, l’atmosfera che si respira è quella di una società organizzata al meglio sotto tutti i punti di vista>>.

Dopo le prime due partite come giudichi questo campionato di Prima Categoria e dove può arrivare la Soccer?
<<Ancora è troppo presto per esprimere un’opinione, però penso sia un campionato combattuto e ricco di sorprese, la differenza tra Prima Categoria e Promozione si vede nella tattica, perché ci sono squadre che tecnicamente non hanno niente da invidiare alle squadre di promozione. Sul nostro gruppo posso dirti che siamo un grande squadra, siamo come una famiglia sia dentro che fuori dal campo. Abbiamo giocatori di altre categorie (come il capitano Bartucci, Merli e non solo) e non dobbiamo nasconderci, ci aspettano altre ventotto battaglie e ce la giocheremo con tutti. Rispetto di tutti paura di nessuno. “Ai posteri l’ardua sentenza”>>.

Oltre a fare scorribande sulla fascia, il tuo mestiere è anche quello di andare a segno, quanto sei affamato di gol in vista del Riviera dei Cedri?
<<Mi manca far goal, perché gli attaccanti vivono di questo, e se devo essere sincero sono molto affamato e spero di contribuire proprio in questo modo per far risultato sabato, ma l’importante è vincere in ogni caso. Poi i goal arriveranno..>>

Ufficio Stampa Asd Soccer Montalto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.